CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS

Composizione e istruzioni di lavaggio

Materiale parte superiore: Finta pelle di alta qualità

Rivestimento: Finta pelle / Tessuto

Soletta: Similpelle

Suola: Materiale sintetico

Fodera: Senza imbottitura

Materiale: Fintapelle

Dettagli prodotto

Punta: A punta

Tipo di tacco: Tacco a spillo

Chiusura: Fibbia

Fantasia: Monocromo

Dettagli: Fibbia

Codice articolo: BEF11A01X-I12

BEBO
Segui

CARISSA Decolleté CARISSA CARISSA BEBO Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO vx0RwqSS

Congedi maternità
Di Alice Dutto

21 Giugno 2016
Come funziona il congedo maternità obbligatorio? A chi spetta e quando? Come richiederlo? Possono licenziarmi? E il congedo paternità? Ho diritto anche a dei permessi se il bimbo si ammala o per l'allattamento? Sono tante le domande che si pone una donna che ha appena scoperto di essere incinta. Vediamo nel dettaglio in questo speciale dedicato ai congedi maternità e paternità di quali tutele si può usufruire e in quali termini

Maternità, ma quanto mi spetta? Questa domanda, tutt'altro che scontata, riguarda molte delle donne che saranno presto neo-mamme. E allora termini come maternità obbligatoria, congedo facoltativo e periodo di allattamento hanno perso di significato e non rappresentano più certezze in un momento già di per sé così delicato. Ma vediamo nel dettaglio di quali tutele si può comunque usufruire e in quali termini grazie all'aiuto dell'avvocato del lavoro Francesca Claudia Scotti.

Il divieto di licenziamento della mamma lavoratrice

Cominciamo dal principio: la legge protegge la donna in gravidanza e vieta al datore di lavoro di licenziarla dall'inizio della gestazione (anche se non ne è a conoscenza) fino al compimento di un anno di età del bambino. Per approfondire, leggete l'articolo: il divieto di licenziamento per la mamma lavoratrice

congedo per malattia del figlio | Pinterest

Il congedo maternità obbligatorio: che cos'è?
Si definisce congedo di maternità obbligatorio un periodo di 5 mesi: due precedenti alla data presunta del parto e tre successivi al lieto evento. In questo periodo, la donna (dipendente) è obbligata all'astensione dal lavoro. Tale diritto è previsto anche alle madri adottive o affidatarie. 
Per saperne di più leggete l'articolo: Il congedo maternità obbligatorio

Il congedo maternità: a chi spetta e quando

Le lavoratrici dipendenti del settore privato, le lavoratrici autonome, le lavoratrici iscritte alla Gestione Separata dell'Inps e, in qualche caso, alle madri che hanno cessato o sospeso l'attività lavorativa, godono dell'indennità di maternità durante il periodo del congedo obbligatorio. In alcuni casi, l'indennità è pari all'80%, in altri al 100% dell'ultimo stipendio. Per il congedo facoltativo, se applicabile, si prevede un'indennità del 30%.
Ma a chi spetta il congedo e l'indennità? Scopritelo nell'articolo: il congedo maternità: a chi spetta e quando

Congedo maternità: come richiederlo e chi paga

Come si fa a richiedere il congedo di maternità e ricevere l'indennità? Ecco tutte le istruzioni pratiche per farlo in pochi e semplici passi. Trovate tutte le informazioni nell'articolo Congedo maternità: come richiederlo e chi paga

| Pixaby

Congedo per malattia del bambino e per allattamento

Nel primo anno di vita del bambino, la mamma dipendente può avere diritto al permesso orario giornaliero per l’allattamento, che consiste in due pause giornaliere di 1 ora ciascuna, anche cumulabili in 2 ore in un'unica soluzione giornaliera. 
E se il bambino si ammala, la mamma o il papà possono rimanere a casa con lui? Sì, ma con determinate regole. Sia la mamma che il papà hanno diritto, in via alternativa, ad astenersi dal lavoro per accudire il bimbo malato. Scoprite tutti i dettagli nell'articolo sul congedo per malattia del bambino e per allattamento

Guida al congedo paternità

I papà hanno diritto a due giorni di congedo obbligatorio, quando nasce il loro bambino, retribuiti al 100%. C'è poi la possibilità di sfruttare altri due giorni di congedo obbligatorio, ma solo se la mamma rinuncia a due giorni del proprio congedo. Per saperne di più leggete la nostra guida al congedo paternità

Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.Per saperne di più: Cookie Policy
x
CARISSA BEBO Decolleté CARISSA CARISSA Decolleté Decolleté BEBO BEBO BEBO